Archivio

Teatro delle Albe

Nel 1983 Marco Martinelli, Ermanna Montanari, Luigi Dadina e Marcella Nonni fondano il Teatro delle Albe. La compagnia sviluppa il proprio percorso intrecciando alla ricerca del “nuovo” la lezione della Tradizione teatrale: il drammaturgo e regista Martinelli scrive i testi ispirandosi agli antichi e al tempo presente, pensando le storie per gli attori, i quali diventano così veri e propri co-autori degli spettacoli. Nel 1988 la compagnia acquisisce al suo interno dei griots senegalesi: Mandiaye N’Diaye (da allora “colonna” africana della compagnia), Mor Awa Niang e El Hadji Niang. La formazione diventa afro-romagnola, e pratica un originale meticciato teatrale che coniuga drammaturgia e danza, musica e dialetti, invenzione e radici. Nel 1991 il Teatro delle Albe ha dato vita a Ravenna Teatro, “Teatro Stabile di Innovazione”, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che si è posto fin dall’inizio come “stabile corsaro”, portando avanti con il sostegno del Comune di Ravenna un’originale pratica di “coltura” teatrale della città, intrecciando le programmazioni di Teatro Contemporaneo al Teatro Rasi, la stagione di teatro di tradizione al Teatro Alighieri e i laboratori della non-scuola nei licei e negli istituti tecnici e professionali di Ravenna che coinvolgono circa 400 adolescenti ogni anno, assumendo l’importanza e il riconoscimento di un vero e proprio passaggio formativo. A partire dal 2001 il Teatro delle Albe ha portato l’esperienza teatral-pedagogica della non-scuola in tante città italiane, da Milano a Napoli-Scampia – dove la non-scuola si è trasformata con il nome di Arrevuoto creando spettacoli che hanno attirato la grande attenzione dei media, del Presidente della Repubblica e di scrittori come Roberto Saviano – e di diversi luoghi in Europa e nel mondo tra i quali Chicago (USA), Dakar (Senegal), Caen e Limoges (Francia), Rio de Janeiro (Brasile), Mons (Belgio). Nel luglio 2011, nel prestigioso ambito del festival teatrale internazionale Santarcangelo 41 diretto da Ermanna Montanari, si è sviluppato un nuovo festoso corso della non-scuola del Teatro delle Albe, Eresia della felicità, “versione majakovskiana” di questa ventennale esperienza, che ha coinvolto 200 giovani provenienti da tutto il mondo che diretti da Marco Martinelli hanno impugnato i versi di Vladimir Majakovskij in un grande laboratorio teatrale a cielo aperto trasformando lo Sferisterio di Santarcangelo di Romagna in un campo incandescente di energia e eretica bellezza. Nel 2010 debutta Rumore di acque, testo e regia di Marco Martinelli, un intenso monologo capace di trasfigurare in grottesca e malinconica poesia la cronaca tragica dei barconi alla deriva nel Mediterraneo. Lo spettacolo, ideato insieme a Ermanna Montanari, con l’interpretazione di Alessandro Renda, le musiche originali eseguite dal vivo dai Fratelli Mancuso, spazio-luci-costumi di Ermanna Montanari e Enrico Isola, ottiene il patrocinio di Amnesty International, e il testo Rumore di acque (pubblicato in Italia da Editoria & Spettacolo) suscita un grande interesse anche all’estero: nel 2011 è tradotto in inglese da Tom Simpson e pubblicato sulla rivista California Italian Studies; nel 2012 è tradotto in francese da Jean Paul Manganaro e messo in scena dal Theatre Alibi di Bastia ad Avignon Off nel 2013. Il testo viene scelto dal progetto FACE A FACE, e se ne fanno diverse “mise en lecture” a Nancy e Marsiglia.

Teatro delle Albe

CON IL CONTRIBUTO DI

Perda Sonadora
Regione Autonoma della Sardegna
Regione Autonoma della Sardegna
Comune di Seneghe
Sardegna Endless Island
SPOL
Unione dei Comuni Montiferru Sinis
Josto
Cantine di Santadi
EjaTV
SardegnaEventi24
YouTG.net
Radio Rai 3
Inoke

CON LA COLLABORAZIONE DI

Alter Events Crew
Ambasciata Armena Italiana
Ananti de sa Ziminera
Babel Film Festival
Bimbi a Bordo
Campeggio Nurapolis
CAO Formaggi
Emergency
Proloco Seneghe
COOP Sinis
Festival Internazionale della Poesia di Genova
Festival Sassi Scritti
Fondazione Alghero
Fondazione Culturale Sardinia
Fondazione Faustino Onnis
Here I Stay
Kaleydoskop
Licanias
Linkem
Libreria EMMEPI Macomer
Ravenna Teatro
Rivista Poesia
Sistema Bibliotecario Montiferru
UCNET
U.N.L.A Oristano e Macomer
©2004/2019 Associazione Culturale "Perda Sonadora"
Via Roma 22, 09070 Seneghe (OR) - C.F. 90027450957 - credits